10 Curiosità sul Black Friday

Uno dei giorni dell’anno più attesi da negozianti e consumatori è senza dubbio il Black Friday, il Venerdì Nero, giornata in cui vengono applicati sconti e promozioni particolarmente appetibili che apre la stagione dello shopping natalizio. Quest’anno il Black Friday è venerdì 23 novembre.

Si tratta di un appuntamento nato negli Stati Uniti ma che oggi come oggi è diffusa a livello globale, Italia compresa. Negli USA, il Black Friday è il giorno successivo al Thanksgiving Day, il Giorno del Ringraziamento, che secondo tradizione si svolge ogni anno il quarto giovedì di novembre.

Quando arriva il Black Friday non c’è da stupirsi per le lunghe code di gente che si formano fuori dai negozi fin dalle prime ore del mattino, tutti con un unico obiettivo: entrare prima degli altri nella speranza di poter acquistare i migliori prodotti in promozione, con sconti che possono arrivare fino al 90% del prezzo originale.

Ma quando è nato il Black Friday e perché si chiama così? Ecco una lista di curiosità su uno dei giorni più famosi dell’anno.

1. Il Venerdì Nero della Borsa

L’aggettivo “nero” in passato è stato spesso associato a diversi tipi di calamità.
Secondo alcuni, il termine “Black Friday” (Venerdì Nero) fa riferimento originariamente alla crisi della Borsa Valori di New York nel 1860, quando il governo statunitense fu costretto a correggere alcune distorsioni del mercato aumentando l’offerta di materia prima, ciò provocò il crollo dei prezzi e molti investitori persero grandi fortune.

2. L’antenato del Black Friday

Le sfilate di Babbo Natale organizzate dai grandi centri commerciali del Nordamerica, come Macy’s o Eaton’s, furono i predecessori del Black Friday: quando appariva Babbo Natale, era il segnale che il periodo delle festività natalizie aveva avuto inizio e, di conseguenza, era già tempo di acquisti.

3. La sindrome del Thanksgiving Day

Essendo il Giorno del Ringraziamento tradizionalmente di giovedì, molti lavoratori cominciarono a “darsi malati” il giorno successivo, in modo da approfittare delle festività e avere a disposizione un periodo di 4 giorni (dal giovedì alla domenica).

4. Un traffico da Venerdì Nero

Un’altra teoria sostiene che il termine venne utilizzato per la prima volta a Philadelphia nel 1961: il nero, in questo caso, indicava il traffico sulle strade e la calca all’interno dei negozi che causarono una vera e propria congestione della città.

5. Tornare in nero

Una delle principali ragioni della diffusione del termine Black Friday e della sua connotazione positiva è associata all’espressione “Back in Black” (letteralmente, “tornare in nero”): i registri contabili dei negozianti dell’epoca venivano compilati con inchiostro rosso per i conti in perdita mentre l’inchiostro nero era utilizzato per indicare i conti in attivo. Chiaramente, durante questa giornata di sconti, che aveva lo scopo di dare il via al periodo dello shopping natalizio, i registri venivano compilati in nero.).

6. Da Filadelfia a tutti gli States

Il termine Black Friday per indicare il venerdì di acquisti successivo al Thanksgiving Day rimase confinato a Filadelfia per molti anni. Fu solamente durante gli anni ’90 del secolo scorso che il termine cominciò a essere usato in tutti gli Stati Uniti.

7. Il successo nel nuovo millennio

Negli Stati Uniti il Black Friday divenne il giorno con più acquisti dell’anno nel 2001, fino al 2000 questo primato spettava al sabato.

8. Dagli States a tutto il Nord America

Il Venerdì Nero cominciò a diffondersi in Canada quando i commercianti canadesi si resero conto che molti loro clienti, anche i più fedeli, si recavano oltre confine durante questa data approfittando delle grandi offerte a disposizione. Anche in Messico si cominciò a celebrare questa giornata, talvolta associandola alle festività in occasione dell’anniversario della Rivoluzione Messicana del 1910 (ricorrenza che inizia il 20 di novembre).

9. Dal Nord America al resto del mondo

Negli ultimi anni il Black Friday ha iniziato a diffondersi anche in paesi dove non si celebra il Giorno del Ringraziamento: i commercianti di tutto il mondo hanno cominciato a rendersi conto del potenziale di vendite di questa data e hanno inserito il Venerdì Nero nel proprio calendario commerciale.

10. L’erede del Black Friday

Negli Stati Uniti sta già cominciando a diffondersi una nuova usanza: il “Grey Thursday” (Giovedì Grigio), da quando la catena Wal-Mart, nel 2011, ha iniziato ad aprire le porte dei propri negozi già a partire dalla notte del Giorno del Ringraziamento, sfruttando l’euforia negli acquisti dei clienti sazi di tacchino e ben disposti alla spesa.
Prenderà piede anche il Grey Thursday qui in Italia?

Condividi:

Commenta articolo

Date/time:
Categories: trend