BANKSY APRE UN NEGOZIO A LONDRA. O FORSE NO?

Un negozio che non è un negozio. È questa l’ultima trovata dell’artista e writer misterioso che ormai da anni stupisce il mondo con opere ed esibizioni satiriche.

«A wall is a very big weapon. It’s one of the nastiest things you can hit someone with»

Chi è Banksy?
Banksy è uno dei maggiori esponenti della street art (nota anche come guerrilla art) e le sue opere hanno un carattere satirico verso la politica, la cultura e l’etica. Nonostante Banksy realizzi le sue opere su superfici pubbliche, è noto che i banditori d’aste cerchino di vendere la sua arte di strada sul posto lasciando il problema della sua rimozione nelle mani dell’offerente vincitore.
L’identità di Banksy è tutt’oggi un mistero e a parte qualche speculazione, nessuno sa la vera identità dell’artista.

bambina con palloncino di Banksy

lanciatore di fiore di Banksy

Banksy non è famoso solo per le sue opere ma anche per il modo originale in cui decide di lanciare i propri messaggi. Uno degli esempi più famosi è sicuramente il quadro della ragazza con il palloncino che, dopo essere stato venduto all’asta per oltre un milione di dollari, si è autodistrutto a causa del trita carte che Banksy stesso aveva installato nel retro dell’opera.

Ora, per non perderci troppo cerchiamo di tornare all’argomento principale.
Dove e quando nasce quest’idea dello shop?
Il tutto nasce da una controversa legge britannica. Essa stabilisce che, quando il possessore di un marchio non vende il proprio merchandising, è possibile trasferirne i diritti a chi si incarica di utilizzarlo. Da qui la disputa legale di Banksy che accusa un’azienda di cartoline britannica di aver venduto illegalmente le opere dell’artista.
Nasce così Gross Domestic Product nel sud di Londra nella zona di Croydon, che non è proprio un negozio ma uno show room temporaneo dato che non aprirà mai le porte e le vendite si svolgeranno soltanto online.
Dopo qualche giorno di mistero è stato proprio Banksy a rivendicare la proprietà del negozio annunciando che tutti gli oggetti esposti saranno venduti online ed il ricavato verrà donato alle ONG che salvano i migranti in mare nel Mediterraneo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Banksy (@banksy) in data:

L’artista è famoso anche per la sua contrarietà ai collezionisti di arte e quindi ha precisato che i suoi prodotti, oltre ad essere messi in vendita a prezzi accessibili, sono dedicati ad una fascia di popolazione a basso reddito.
Le sorprese però non finiscono qui. Non è detto, infatti, che basti registrarsi ed acquistare per poter ricevere l’oggetto. Data la domanda esagerata rispetto ad un’offerta di prodotti molto limitata, soltanto alcuni acquirenti fortunati estratti casualmente potranno vedersi recapitato l’oggetto acquistato.
Tra i tanti oggetti in vendita, il più importante è la pettorina anti pugnale con lo stemma del Regno Unito, realizzato per il set del rapper Stormzy al Glastonbury Festival volto a denunciare il sempre più alto numero di casi di accoltellamento nel paese.

Pettorina anti coltello di Banksy

Tra gli altri prodotti troviamo una lapide con scritto «Ora hai raggiunto la tua destinazione», bombolette spray usate e anche uno zerbino di benvenuto realizzato con i giubbotti di salvataggio utilizzati in mare.

Zerbino realizzato con giubbotti di salvataggio di Banksy

lapide di banksy

Per finire, Banksy ha voluto fare dell’auto ironia andando a scherzare con tutti quelli che scrivono male il suo nome. Sullo store è possibile acquistare una tazza con il nome di Banksy scritto in maniera errata.

Tazza di Banksy con il nome errato

Ad oggi, le iscrizioni sul sito di Gross Domestic Products sono state sospese dato il troppo traffico generato dagli utenti ma, nonostante questo, Banksy in un messaggio ha rassicurato che ci saranno altre occasioni per poter acquistare i suoi gadget in futuro, ringraziando nel frattempo per l’attenzione ricevuta.

Ti piace questo esempio di Guerrilla Marketing? Stai pensando anche tu di creare dei gadget per la tua attività?
Noi di Cr3are possiamo aiutarti! Contattaci per chiedere informazioni!
Tel: 051 226371
Email: info@cr3are.com

Condividi:

Commenta articolo

Date/time:
Categories: Art/Guerrilla