Beat, la serie TV di Amazon sulla cultura techno di Berlino

Uscirà il 9 Novembre 2018 la nuova serie TV Beat, prodotta e distribuita da Amazon e visibile nella piattaforma streaming Amazon Video. La serie racconta della scena techno di Berlino vista con gli occhi di Robert “Beat” Schlag. Beat è un giovane manager di un club berlinese con una passione sfrenata per la techno e gli eccessi.

Grazie alla sua rete di conoscenze nel mondo underground, Beat viene assunto come infiltrato da un’agenzia di sicurezza europea. Il protagonista scoprirà in prima persona il giro di corruzione e crimine organizzato nascosto nel mondo che tanto ama.

Berlino è considerata da anni la capitale del movimento tecno, basti pensare alla campagna che Absolut vodka organizzò per il suo party UNIQUE ACCESS in Argentina: una campagna concentrata sul convincere il doorman via whatsapp a rilasciare l’accesso al party. Il nome del doorman? Sven, ovviamente, il doorselector icona del Berghain, odiato e temuto da tutta la comunità clubber globale.

È proprio il berghain, considerato il vero tempio della musica tecno a livello globale, che nel corso degli anni ha dato vita a vere leggende metropolitane, meme virali: un luogo che merita una visita per capire a pieno il senso di una città che è tutt’oggi in piena ricostruzione, una fabbrica che ospita ogni week end migliaia di clubber provenienti da tutto il mondo.

Riuscire a entrare o capire i criteri di selezione all’entrata sono cose da veri berlinesi. Questo il mito che ha spinto il fotografo Vincent Voigner, insieme alla sua collaboratrice italiana Barbara Bernardi, a realizzare un progetto fotografico in cui immortalava le persone che avevano trascorso la nottata all’interno (e in alcuni casi anche la giornata successiva). Il progetto ha impiegato due anni, due anni in cui i fotografi hanno chiesto agli avventori del locale di posare per qualche scatto veloce. La serie ha preso il nome di “Creature della notte” e l’unico sfondo alle foto è la grata che li separa dall’interno del locale.

beat

Non a caso nell’ultimo anno è stata ospitata a Milano la mostra del fotografo Sven Marquardt, si lo stesso Sven che decide chi entra nel tempio della tecno berlinese. Una serie di scatti degli ultimi 30 anni di Berlino in cui il cambiamento è visibile, tangibile. Alcune cose come racconta invece sono rimaste invariate, come la libertà e la tolleranza che si respira nelle strade a cui negli anni sono state aggiunte novità positive, che non hanno fatto altro che accrescere l’hype nei confronti di questa città.

Berlino, Berlino e ancora Berlino, non ci resta che preparare la valigia e andare a respirare un pò di aria al nord, per trovare nuove idee e nuovi spunti progettuali… infondo chi si ferma è perduto.
Condividi:

Commenta articolo

Date/time:
Categories: trend