Distintivi fucsia: ecco cosa è successo ai vigili di Milano

Chi avrebbe mai pensato che i distintivi dei vigili potessero diventare fucsia? Eppure è proprio quello che è accaduto a Milano qualche giorno fa a causa di un errore da parte della Regione.

DISTINTIVI FUCSIA AI VIGILI – l’accaduto

Qualche giorno fa il Comune di Milano si è visto recapitare un nuovo regolamento regionale in cui si parla di distintivi di specialità. Questi distintivi in dotazione ai vigili sono stati realizzati per “individuare l’unità specialistica, il servizio o il gruppo al quale l’operatore di polizia locale appartiene“. Per la necessità di uniformare il tutto, però, sono state rilasciate anche le specifiche grafiche che avrebbero dovuto contraddistinguere tali distintivi

uno spazio di forma circolare di colore blu (pantone 239 C) che è contornato da cornice di forma circolare di colore rosso (pantone 187 C)”.

Fin qui nulla di strano direte… eppure qualcosa di strano c’è! Il codice pantone dichiarato non è “esattamente” color blu, ma più precisamente rappresenta il colore fucsia. L’errore evidente infatti è stato individuato dal Comune di Milano, nella figura della Vicesindaca Anna Scavuzzo che ha prontamente scritto alla Regione. Come scritto dalla Vicesindaca, il colore tradizionale per i distintivi dei vigili è il blu (codice pantone 293C) e non il fucsia (codice pantone 239C) e quindi “molto probabilmente” c’è stata una svista da parte dell’ufficio grafico.

Per quanto sarebbero stati molto più interessanti dei distintivi di colore fucsia, l’assessore De Corato ha prontamente ammesso l’errore, emanando una nuova circolare con l’indicazione corretta del codice pantone.

Purtroppo di distintivi fucsia a Milano non ne vedremo circolare ancora, ma ecco cosa può accadere invertendo soltanto un numero all’interno dei codici pantone.

 

Condividi:

Commenta articolo

Date/time:
Categories: Design/Graphic Design