San Valentino 2018: tra amore ed advertising

San Valentino 2018 non è solo la festa degli innamorati, ma è anche la festa dell’instant marketing. Come ogni anno le aziende fanno a gara per creare i contenuti più virali ed emozionali per i proprio clienti. Vediamo qualche esempio, ma prima: da dove nasce la festa di San Valentino?SAN VALENTINO 2018

SAN VALENTINO 2018: come nasce la festa?

Anche se le origini della festa sono controverse, la vera certezza è che San Valentino è il tentativo da parte della Chiesa Cattolica di cristianizzare la festa pagana della fertilità. Era infatti tradizione degli antichi romani di festeggiare a metà febbraio i Lupercali, feste per tenere lontani i lupi dai campi coltivali.

Col tempo però la Chiesa individuò nella figura di San Valentino, Vescovo che fu martirizzato a ridosso del 200 d.C., il patrono degli innamorati. Le storie che riconducono alla sua scelta sono due:

  1. fu il primo a sposare un pagano con una cristiana;
  2. donò un’ingente somma come dote per far sposare una nullatenente che altrimenti avrebbe rischiato di intraprendere la via della perdizione.

Non si sa quando il 14 febbraio iniziò a diffondersi come giorno dedicati agli innamorati, ma nell’Amleto di Shakespeare (1600 d.C.) Ofelia canta: “

“Domani è san Valentino e, appena sul far del giorno, io che son fanciulla busserò alla tua finestra, voglio essere la tua Valentina“.

Negli ultimi secoli, soprattutto come conseguenza dell’industrializzazione, San Valentino è diventato sempre di più una festa dove dai biglietti di auguri si è passato a scambiarsi regali sempre più impegnativi. Negli ultimi anni sta prendendo sempre più diffusione anche la festa di San Faustino, il 15 febbraio, come risposta a  San Valentino. Quella di San Faustino è stata individuata come festa dei single o, per dirla in modo più romantico, come la festa di coloro che sono in cerca dell’anima gemella.

SAN VALENTINO 2018: i Baci Perugina

Chi ha fatto di San Valentino il proprio cavallo di battaglia è sicuramente la Perugina con il suo prodotto di punta, i famigerati Baci. Nati nel 1922 dalle mani di Luisa Spagnoli, moglie di una dei fondatori della Perugina, vedono la luce con un nome decisamente poco affine a quello attuale: Cazzotti. Sarà infatti Giovanni Buitoni a ribattezzarli in un secondo momento con il nome Baci. Per i bigliettini romantici al proprio interno bisognerà invece attendere il 1930, mentre è negli anni successivi che si inizia a realizzare il packaging che è entrato a far parte delle case degli italiani.

Nel 1980 però inizia la vera rivoluzione: al fine di avvicinarsi ad un target molto più giovanile si passa dalle scatole ai tubi, con un packaging molto più snello ed un linguaggio molto più fruibile, quasi dissacrante per l’epoca.

Negli ultimi anni i cartigli di San Valentino sono stati affidati ad artisti e cantanti di fama nazionale e molto diffusi tra i più giovani. Quest’anno è toccato alla cantante Emma Marrone farsi portatrice di messaggi d’amore.

SAN VALENTINO 2018: Ryanair e la campagna #RyanairLoveStories

Comparsa sui canali social della compagnia, la campagna #RyanairLoveStories è al momento l’esempio più lampante di advertising emozionale presente in rete.

La promozione in sé consiste in 2 voucher per le 2 storie d’amore più romantiche legate ai voli della compagnia, ma il vero plus è il video che è stato realizzato grazie a due clienti che hanno potuto portare avanti la propria storia a distanza grazie ad una tratta aggiunta dalla compagnia lowcost.

san valentino 2018

SAN VALENTINO 2018: cosa aspettarci?

Ovviamente a San Valentino mancano ancora dei giorni, quindi ci saranno decine di altri advertising significativi che verranno pubblicati: dai più simpatici, ai più canonici (dalle promozioni sui trasporti di Italo Trenitalia, agli e-commerce come Amazon).

 

Se sei interessato anche tu alla realizzazione di una campagna pubblicitaria contattaci.

Facebook: CR3ARE
Instagram: @cr3are

Condividi:

Commenta articolo

Date/time:
Categories: Communication/trend